La cuffia dei rotatori è uno dei gruppi muscolari più conosciuti, poiché i suoi tendini sono determinanti per il movimento della spalla; tuttavia essa risulta essere più soggetta a subire traumi e lesioni.

La fisioterapia costituisce senz’altro la cura principale per il trattamento della cuffia dei rotatori: grazie alla terapia conservativa infatti in molti casi si riesce ad evitare l’intervento chirurgico

Nei casi in cui è però necessario un intervento chirurgico, la fisioterapia rimane comunque fondamentale sia prima che dopo l’intervento, onde poter ritornare ad una normale funzionalità dell’articolazione.

cuffia dei rotatori

Facciamo il punto: la spalla

La spalla costituisce una delle articolazioni più mobili del corpo umano.

Anche se molto mobile, questa caratteristica della spalla a volte può inficiare molto sul suo corretto utilizzo, poiché l’equilibrio tra la stabilità e il movimento non è sempre facile da mantenere.

Nella sua complessità troviamo diverse problematiche legate a traumi (lussazioni, lesioni tendinee o cartilaginee) o infiammazioni.

Per una sua più corretta comprensione dobbiamo parlare velocemente delle sue caratteristiche principali:

Quante sono le ossa che compongono la spalla?

La spalla è movimenta da quattro ossa differenti:

  • Testa omerale
  • Scapola
  • Clavicola
  • Sterno

Queste ossa comprendono fra loro 3 “vere” articolazioni e 2 “false” articolazioni (in quanto sono dei piani di scorrimento e non vere e proprie superfici articolari).

Queste articolazioni sono:

  • Le “vere” sono: gleno- omerale, acromion- clavicolare, sterno clavicolare
  • le “false” sono: subdeltoidea (piano di scorrimento del deltoide) e scapolotoracia.
cuffia dei rotatori

Cosa è la cuffia dei rotatori?

Per cuffia dei rotatori si intende un’unità funzionale di quattro muscoli che dalla scapola si inseriscono sull’omero e con la loro azione stabilizzano la spalla.

Questi muscoli sono: sovraspianto, sottopsinato, piccolo rotondo e sottoscapolare.

Perché il nome cuffia dei rotatori?

Il nome deriva dalla funzione di questi muscoli: essi avvolgono infatti la testa dell’omero come fossero una cuffia, mantenendo tale osso ben centrato nella cavità della scapola.

Lintervento riabilitativo mira anche a rinforzare questo gruppo muscolare che risulta troppo debole, causando dolori. 

Poiché il problema alla base di moltissime problematiche riguarda il controllo motorio, i soli esercizi di rinforzo della cuffia possono essere di aiuto, ma non la soluzione. 

Per riapprendere il corretto movimento della spalla è necessario programmare un percorso fisioterapico con un fisioterapista esperto che valuti il movimento dell’articolazione e che, mediante tecniche specifiche, accompagni il paziente nel processo di rieducazione motoria che permetterà alla spalla di muoversi liberamente senza dover sovraccaricare alcuna struttura.

Continua a leggere su Fisioterapia Italia: https://www.fisioterapiaitalia.com/patologie/spalla/cuffia-dei-rotatori/

Oppure: